|Login
 
     
 
   Progetto volontariato Riduci

Partecipazione, volontariato e conoscenza del territorio: 
un progetto per le classi IV e V

 

Il percorso di base si articola in una serie di tre incontri in classe di dibattito e confronto e una fase di esperienza sul campo in accordo con le associazioni di volontariato del Friuli Collinare. In chiusura è previsto un ultimo incontro di verifica in classe. I Temi trattati sono:
Il nostro territorio: analisi della realtà del Friuli Collinare, con particolare riferimento agli aspetti sociali e discussione sulle esperienze personali dei ragazzi;
Partecipare: cosa significa, in che modo partecipo o non partecipo alla vita della comunità in cui sono inserito;
Il volontariato questo sconosciuto, cos’è? Come nasce? Che ruolo ha oggi? Come lo viviamo noi? Quali sono le motivazioni?
Nella fase extrascolastica, a piccoli gruppi (massimo tre persone) tutti gli studenti coinvolti sono tenuti a svolgere una piccola esperienza all’interno di un’associazione per conoscerne il modo di operare e avvicinarsi ad una realtà del contesto in cui vivono, in modo da poter toccare con mano le realtà dove operano i volontari: disagio sociale, anziani, disabilità, animazione dei bambini, sensibilizzazione, volontariato di emergenza.

Percorso di approfondimento. 
Per le classi che hanno già affrontato il modulo base, si è proposto di attivare un percorso di approfondimento su tre temi articolati in due ore per tre giornate. Ogni modulo prevede un confronto con due testimoni con esperienze inerenti al tema ed eventuali ulteriori momenti di confronto sia esterni ch interni al percorso scolastico da definire con la scuola e gli studenti. 


I temi proposti sono:

  • Noi e gli stranieri.
  • La situazione dell’anziano in casa di riposo.
  • La disabilità e il quotidiano.
  • La devianza: la realtà del carcere.
  • Nuove povertà ed emarginazione.
  • Le dipendenze (alcool e droga).
  • Cittadini per la comunità.
  • La tutela e le problematiche della salute mentale.
  • Proposte concrete tra economia e sviluppo locale.


Le associazioni promotrici del percorso sono:
  • MoVI Regionale Friuli Venezia Giulia
  • ACAT di San Daniele
  • AGESCI Spilimbergo
  • AVULSS Majano
  • AVULSS San Daniele
  • Associazione Amici di Totò di Colloredo di Monte Albano
  • Associazione Fabiola
  • Associazione il Caseificio di Spilimbergo
  • Associazione Il Samaritan di Ragogna
  • Associazione NostroDomani di Majano
  • Bottega del Mondo di Spilimbergo
  • Caritas Buja
  • Caritas San Daniele
  • Centro di Aggregazione di San Vito di Fagagna
  • Croce Rossa Italiana di San Daniele
  • Emet di Villalta di Fagagna
  • Officine d’Autore di San Daniele
  • Pro Loco San Daniele
  • UNITALSI Spilimbergo
  • Vigili del Fuoco di San Daniele


Inoltre ai due percorsi proposti partecipano volontari e operatori di diverse associazioni e di diverse istituzioni dell’ambito e della Provincia


Articolo pubblicato dal Messaggero Veneto del 10 maggio 2011

SAN DANIELE

Ben 92 ragazzi delle classi quarte e quinte dell’Isis Manzini si sono avvicinati durante l’anno scolastico che ormai volge al termine alle associazioni di volontariato attive in città.


SAN DANIELE
Ben 92 ragazzi delle classi quarte e quinte dell’Isis Manzini si sono avvicinati durante l’anno scolastico che ormai volge al termine alle associazioni di volontariato attive in città. Ciò grazie al progetto, figlio del Movi, “Prove tecniche di volontariato”, che ha coinvolto gli studenti nell’attività (extrascolastica) di 16 sodalizi per 32 tipi di proposte diverse legate agli anziani, alla disabilità, ai minori, alla sensibilizzazione e all’emergenza. In molti – circa un terzo – hanno scelto il settore degli anziani per cimentarsi nel mondo del volontariato e ben 24 ragazzi tornati più volte presso le associazioni per approfondire l’esperienza d dato la propria disponibilità a tornare in seguito. Dunque fuori dell’“obbligo” scolastico, che è poi l’obbiettivo del progetto targato Movi, oltre al coinvolgimento della comunità nella formazione dei ragazzi e alla creazione di una collaborazione tra scuola e associazioni di volontariato. I volontari che hanno accompagnato i ragazzi durante tutto il percorso extrascolastico esamineranno assieme agli organizzatori i risultati raggiunti stasera, alla casa del volontariato dalle 20.15, per tirare le somme, dati alla mano, di questa quinta edizione del progetto. (m.d.c.)
10 maggio 2011

 

 

 
Stampa